La prima cosa da tener presente è che lo scopo di questo esame consiste nella ricerca di microbi. Pertanto, qualunque sia il sito da esaminarsi (naso, bocca, pelle, genitali), questo non dovrà essere stato lavato (tanto meno con detersivi disinfettanti) per almeno otto ore prima di procedere al prelievo. Prima regola dunque da memorizzarsi è quella di non lavare nè disinfettare il sito che sarà oggetto del prelievo.

E’ chiaro che questo problema non si pone per il prelievo intestinale che utilizza materiale fecale (la popò) dato che la flora microbica fecale sarà rimasta all’interno dell’intestino fino a pochi minuti prima del prelievo e ben difficilmente potrà essere stata “inquinata” dall’esterno. L’unico rischio di inquinamento in questo caso potrebbe derivare dal fatto di toccare il tampone con le mani, nel farlo cadere al suolo, o portarlo a contatto con altre superfici prima di introdurlo nella fiala (ma proprio per queste evenienze sono stati previsti nel Kit alcuni materiali di ricambio).

Le istruzioni per eseguire il prelievo fecale sono molto semplici. Per prima cosa bisogna sistemare la fiala destinata a contenere il campione nel piedistallo di plastica che si trova all’interno della confezione e svitarne il tappo protettivo. Questo servirà a tenere in piedi la fiala ed eviterà che il liquido che vi è contenuto possa versarsi all’esterno. Per raccogliere il campione sarà sufficiente strisciare il tampone (dalla parte ricoperta di cotone) su un quadretto di carta igienica sporco di feci (basta che il cotton fioc si sporchi di marrone).

Il passo successivo consiste poi nell’introdurre il tampone nella fiala rimescolando il liquido in essa contenuta per circa un minuto utilizzando il tampone a mò di cucchiaino. Una volta rimescolato il contenuto si dovrà chiudere la fiala e, dopo essersi assicurati di averla richiusa perfettamente, agitarla ritmicamente per circa un altro minuto e il gioco è fatto. A questo punto il campione dovrà essere reintrodotto nella bustina di nylon trasparente Zyploc che andrà a sua volta introdotta nella busta imbottita bianca e sarà pronto per essere spedito.

L’intera procedura è descritta in questo video (che spiega come fare il prelievo cutaneo). L’unica differenza di procedura rispetto al video consiste nel fatto che, nel caso del prelievo fecale, non serve una seconda fialetta per sterilizzare il tampone, perchè nel KIT è contenuto un tampone in confezione sterile.

Prima di recarti all’ufficio postale (o ad un ufficio FedEx, DHL, UPS o simili) però, c’è un’ultimo passo importantissimo da completare: registrare il campione e rispondere al questionario.

Per farlo è sufficiente accedere nuovamente al tuo account sul sito BMR, introdurre il numero di serie che si trova sia sulla fiala che sulla scatola e sul foglio di istruzioni incluse. A questo punto è possibile spedire il Kit con la certezza che il suo contenuto è stato associato al vostro nome (solo così potrete poi accedere ai risultati dell’esame).

Nel caso decidessi di eseguire eventuali campionamenti di altre parti del corpo, ricorda che sono previste alcune avvertenze che è il caso di sottolineare. Se il prelievo riguarda la cute basta fare riferimento al video precedentemente citato.

Nel caso il prelievo riguardi la bocca, è opportuno legarsi i capelli onde evitare di contaminare il campione e bisogna fare attenzione a non strisciare il tampone su denti o gengive liitandosi a strisciarlo sulla mucosa della bocca, del palato e della lingua.

Nel caso il prelievo riguardi il naso è opportuno legarsi i capelli onde evitare di contaminare il campione e poi è sufficiente strisciare il tampone per una trentina di secondi all’interno di ciascuna narice.

Nel caso il prelievo riguardi i genitali maschili bisogna strisciare il tampone per una trentina di secondi alla base del glande e nel caso di genitali femminili è sufficiente divaricare le piccole labbra vaginali con una mano e strisciare il tampone all’esteno e all’interno delle piccole labbra per circa trenta secondi.

In ogni caso e per ogni altra ipotetica domanda che tu potessi avere sulle modalità del prelievo, nelle FAQ del sito BMR troverai risposta ad ogni possibile dubbio.